venerdì 14 febbraio 2014

SI AL BIOLOGICO. NO AI PESTICIDI!

Scegliere il biologico è un modo sicuro per ridurre al minimo l'assunzione di residui di pesticidi attraverso il cibo, particolarmente pericolosa nei bambini perché in relazione alla massa corporea mangiano più di un adulto e perché consumano alimenti a più elevato rischio di residui di pesticidi, come succhi di frutta e frutta fresca. 

Recenti studi lo hanno dimostrato dell'università di Washington, analizzando l'urina di 39 bambini dai 2 ai 4 anni. I piccoli  che consumano frutta e verdura bio presentavano nell'urina una concentrazione di residui di pesticidi organofosforati sei volte più bassa rispetto ai coetanei che si alimentano con prodotti convenzionale.

Oggi, è purtroppo abitudine dei consumatori, privilegiare il gusto, il packaging, il prezzo. A volte la natura viene messa in disparte senza tener conto che è dalle sostanze assorbite dal nostro organismo che dipende il nostro benessere fisico, mentale, emozionale e spirituale.

Le variabili che incidono sul prezzo finale di un alimento sono numerose, ma non sempre siamo in grado di individuarle e questo ci impedisce di operare scelte di acquisto ragionate e corrette. Per esempio, quanti di noi, davanti agli scaffali del supermercato sanno scegliere in base alla provenienza del prodotto, al metodo di conservazione o all'impatto ambientale?
Il più delle volte si sceglie in base ai prezzi. Ma la spesa al risparmio non fa bene nè a noi, nè al Pianeta.


Risparmiare sulla propria salute, può voler dire danneggiare la propria salute.
Alla fine diventa una scelta di priorità, e se è vero che la salute non ha prezzo, è facile trarre le conclusioni.