lunedì 13 gennaio 2014

I PRODOTTI TRASFORMATI

Cibi in scatola, surgelati, latticini, prodotti da forno...
Oggi, una parte molto significativa della nostra alimentazione si basa sul consumo di prodotti trasformati, ovvero alimenti che hanno qualche tipo di lavorazione. Li compriamo direttamente al supermercato, nelle piccole botteghe, nei mercatini: sono pratici, veloci da preparare o subito pronti da consumare. Ma ci siamo mai chiesti cosa c'è dentro?


Nei prodotti trasformati convenzionali vengono utilizzati più di 300 additivi, tra cui: coloranti, conservanti, esaltatori di sapidità e una lunga serie di aromi. Si tratta di ingredienti utili a mantenere freschi gli alimenti che altrimenti si deperirebbero in fretta, o che ne migliorano l'aspetto, il colore, la consistenza e la gradevolezza al palato. Per alcuni di questi è stata accertata la tossicità sulla nostra salute.

Oltre agli additivi, spesso gli alimenti trasformati sono prodotti con materie prime scadenti: come i gas trans, nocivi per le arterie e noti per aumentare il rischio di cancro al seno; gli zuccheri e le farine raffinati, impoveriti di nutrienti essenziali, che favoriscono obesità e sindromi metaboliche; o i dolcificanti come l'aspartame, vietato nel biologico, di cui sono stati dimostrati i rischi per la salute.

Il biologico non esclude gli alimenti trasformati, ma pone molta più attenzione riguardo agli ingredienti e ai processi di lavorazione.

Allora cosa aspettiamo a proteggerci? Quando impareremo a badare alla nostra salute come una delle cose più importanti che abbiamo?

Voi cosa ne pensate??
https://www.facebook.com/aziendaagricola.pignatarobio/posts/1411867175721051?comment_id=102790&offset=0&total_comments=1&notif_t=share_comment