venerdì 10 gennaio 2014

RISPARMIARE SULLA PROPRIA SALUTE? NO GRAZIE! IO SCELGO PRODOTTI BIO!

Le variabili che incidono sul prezzo finale di un alimento sono numerose, ma non sempre siamo in grado di individuarle e questo ci impedisce di operare scelte di acquisto ragionate e corrette. Per esempio, quanti di noi, davanti agli scaffali del supermercato sanno scegliere in base alla provenienza del prodotto, al metodo di conservazione o all'impatto ambientale?
Il più delle volte si sceglie in base ai prezzi. Ma la spesa al risparmio non fa bene nè a noi, nè al Pianeta.

Il costo degli alimenti biologici è più alto di quelli convenzionali ma purchè si sia disposti a variare in modo corretto le proprie abitudini alimentari, possiamo anche risparmiare.


Per mancanza di tempo o di cattiva educazione alimentare, tendiamo a riempire i nostri carrelli di cibi già pronti e che richiedono tempi brevi di preparazione: merendine, sughi o zuppe pronte, scatolette, insalate in busta e così via. Per spendere meno bisogna fare una spesa mirata, programmata e intelligente, che limiti l'acquisto di prodotti già confezionati o sostituendoli con le materie prime da rilavorare in casa.


Avremmo così un controllo più diretto sulla qualità dei prodotti che portiamo sulla nostra tavola.

Un altro modo per risparmiare sarebbe quello di rivolgersi a gruppi di acquisto solidale (GAS) o meglio ancora, rivolgersi ai venditori diretti.