lunedì 8 aprile 2013


Ricette: olive da mensa

Parlare di ricette avendo a che fare con l’olio d’oliva significherebbe dover scrivere un libro sulla cucina mediterranea, data la puntuale presenza di questo nettare nella totalità della cucina del Mare Nostrum.
Sarebbe più opportuno, quindi, dare qualche spunto sull'utilizzo delle olive da mensa. Ecco qualche sfiziosa ricetta!


Olive fritte

Ingredienti (per 4 persone)

300 grammi di olive nere dolci (ad es. della varietà “Pasola”); olio extravergine d’oliva q.b.; qualche spicchio d’aglio; sale q.b.

Procedimento
Lavare per bene le olive e farle sgocciolare. In un tegame far riscaldare l’olio e quindi aggiungere le olive intere e l’aglio, anch'esso intero. Continuare la cottura a fuoco basso, per circa 20 minuti, rimestando le olive con cura per evitare che si spappolino. A fine cottura regolare di sale. E’ preferibile consumarle calde.


Olive fritte al pomodoro


E’ una variante più ricca della tradizionale ricetta delle olive fritte; la presenza del pomodoro comporta delle piccole variazioni nel procedimento e nei tempi di cottura.
Ingredienti (per 4 persone)
Alcuni pomodori pelati; 300 grammi di olive nere dolci; olio extravergine d’oliva q.b.; qualche spicchio d’aglio; sale q.b.; origano q.b.

Procedimento
Lavare bene le olive e farle sgocciolare. In un tegame far soffriggere gli spicchi d’aglio (interi o a pezzi, a piacimento), quindi aggiungere i pomodori, precedentemente privati dei semi, e un pizzico di sale. Far cuocere a fuoco basso per una decina di minuti, quindi aggiungere le olive (intere o, se si preferisce, snocciolate), e un pizzico di origano. Continuare la cottura per altri 5 minuti, infine aggiustare di sale se necessario.


Olive nere dolci sotto sale

Gli ingredienti sono dosati in base alla quantità di olive: 1 kg  Per diverse quantità, è sufficiente calcolare le dovute proporzioni.

Ingredienti
1 Kg di olive nere dolci; 70 g di sale grosso; 2 spicchi d’aglio; la buccia di un’arancia; una manciata di semi di finocchio; 1 peperoncino piccante
Procedimento
Lavare con cura le olive e farle sgocciolare, quindi asciugarle in un panno. Tagliare a pezzetti grossolanamente il peperoncino, quindi mettere tutti gli ingredienti in un grande contenitore di plastica, che deve essere riposto, coperto da un panno, in un luogo asciutto e ben aerato, al riparo dalla luce del sole, per circa 10-12 giorni, mescolando il tutto un paio di volte al giorno.


Olive in salamoia

Le classiche olive in salamoia, facilmente reperibili nei supermercati, seguono una ricetta molto semplice da fare anche a casa: vengono lasciate a macerare in acqua e sale. Spesso, per accelerare i tempi, le industrie ricorrono all’ausilio di additivi chimici dalla dubbia genuinità. Noi vi proponiamo una variante casalinga delle olive in salamoia, ma più speziata, più saporita, e, senz'altro, più genuina.

Gli ingredienti sono dosati in base alla quantità di olive: 1 Kg. Per diverse quantità, è sufficiente calcolare le dovute proporzioni.
Ingredienti
1 Kg di olive (possono essere di diverso tipo, anche da olio); 70 g di sale fino; 2 o 3 spicchi d’aglio; una manciata di rametti di finocchio selvatico; 1 peperoncino piccante; acqua q.b.; 1 bicchiere di aceto di vino bianco

Procedimento
Lavare per bene le olive. Disciogliere il sale in abbondante acqua tiepida, quindi versarvi l’aceto, il peperoncino a pezzi, il finocchio selvatico (in alternativa si può utilizzare una manciata di semi di finocchio), gli spicchi d’aglio in camicia e le olive. Riporre il tutto in un contenitore di vetro (ad es. una damigiana), che verrà chiuso ermeticamente e tenuto in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce solare, per circa 8-9 mesi.